Ucraina, Tajani “Bisogna porsi il problema della pace”

ROMA (ITALPRESS) – “L’Ucraina chiede ancora aiuti soprattutto per la difesa aerea: mancano i missili Patriot, dipende molto dalla decisione che prenderanno gli Stati Uniti, ma mi pare che vadano nella direzione di sostenere l’Ucraina”. Lo ha detto il vicepremier e ministro degli Esteri, Antonio Tajani, a “Mattino Cinque News” su Canale 5. “Certo bisogna porsi il problema della pace, perchè non può continuare ad andare avanti per anni una guerra che noi abbiamo alle porte, c’è il rischio di una escalation”, ha aggiunto. Quanto alla situazione in Medioriente “sta peggiorando molto il contrasto tra Iran e Israele, stiamo lavorando assolutamente per una de-escalation, invitando tutti alla prudenza, perchè non possiamo permetterci che quell’area del mondo si infiammi. Già c’è la guerra a Gaza e noi stiamo lavorando perchè si possa arrivare un cessate il fuoco, aiutare la popolazione palestinese e liberare gli ostaggi, ma c’è veramente una situazione di grandissima tensione. Le parti in causa non ascoltano per il momento le richieste per una soluzione pacifica del conflitto, per arrivare a un cessate il fuoco e a una tregua che duri. Noi stiamo lavorando incessantemente”, ha concluso Tajani.
(ITALPRESS).
– Foto: Agenzia Fotogramma –

Condividi su:

You cannot copy content of this page

blank

Seguici su