Troina, la Coppa è un flop! A San Cataldo i rossoblù cadono 3-1 e vengono eliminati

Non inizia nel migliore dei modi la stagione del nuovo Troina targato Galfano: i rossoblù vengono subito eliminati dalla Coppa Italia perdendo 3-1 a San Cataldo. L’impressione però è che non si potesse fare di più: gli ennesi infatti sono reduci dal cambio alla guida tecnica, con Galfano che ha avuto meno di 48 ore per preparare il match.

Il Troina parte bene con il bel cross di Lo Cascio al 10’ ma non trova nessuno che possa deviare in gol. I rossoblù tengono bene il campo ma alla prima sbavatura sono puniti: presunto fallo non fischiato a centrocampo e dopo azione sulla destra viene servito Manfrè che tutto solo non sbaglia per l’1-0. Gli uomini di Galfano non ci stanno e con orgoglio tentano di rispondere: ci provano prima Ba e poi Lucera ma la mira non è precisa. Prima dell’intervallo arriva il raddoppio dei padroni di casa: miracolo di Ruggiero su Veneroso, la palla arriva a Kouame che non sbaglia il facile tap-in. Si va al riposo sul 2-0.

La ripresa si apre con il tris della Sancataldese, con Cess che recupera palla e beffa Ruggiero sotto le gambe. Il Troina però mostra buone trame di gioco e va alla caccia almeno del gol della bandiera. Al 29’ miracolo di La Cagnina su Lo Cascio che tira a botta sicura ma trova il grande intervento dell’estremo difensore. La rete la trova poco dopo Ba che su calcio di rigore riesce a spiazzare il portiere padrone di casa e accorcia le distanze. Poi inizia il momento dei cambi e il gioco risulta sempre più spezzettato: il Troina prova qualche timido attacco ma il risultato non cambia.

Finisce dunque 3-1: buona la prima della Sancataldese che passa il turno di Coppa Italia in attesa del campionato. Per il Troina di Galfano ci sarà da lavorare. Per il mister rossoblù ci sono state discrete risposte specialmente sull’aspetto caratteriale dei suoi uomini, ma per assimilare le idee del nuovo tecnico servirà tempo.

FABRIZIO TOMASI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

CONDIVIDI L'ARTICOLO