Student Housing, da CampusX progetto da 633 posti letto a Bologna

BOLOGNA (ITALPRESS) – Una struttura da 633 posti letto nel cuore dell’Università di Bologna. CampusX (Campus & Hotel) arricchisce il portfolio in gestione annunciando il progetto di una nuova residenza per studenti a Bologna che sarà inaugurata a settembre 2026. CX Bologna Navile nascerà nel quartiere Navile, nell’area “ex Mercato Ortofrutticolo” a nord del Centro Storico di Bologna, a pochi minuti dalla Stazione Centrale e a circa 3 km dall’area dell’ateneo più antico del mondo.
L’iniziativa nasce dalla collaborazione di CampusX con Techbau S.p.A, che ricopre i ruoli di Developer e di General Contractor. Le due Società hanno già collaborato per la recente realizzazione della struttura CX Milan NoM, aperta nel primo trimestre del 2024, dotata di 938 camere, un imponente sviluppo da 26.000 mq e 70 milioni di investimento.
“Siamo molto fieri di questa nuova tappa nel percorso di sviluppo della nostra Società, che nel 2026 avrà in portafoglio 16 strutture e circa 10 mila posti letto – afferma Ernesto Albanese, Presidente di CampusX -. La nostra missione è quella di realizzare moderne strutture ricettive per studenti e giovani in generale, non solo per dare una riposta alla forte domanda di questa specifica residenzialità, ma anche per contribuire alla rigenerazione urbana ed al potenziamento della competitività delle università italiane”.
“Abbiamo fortemente voluto che l’ingresso di CX sulla piazza di Bologna avvenisse con un’operazione molto importante, sia per la posizione strategica che per la dimensione della struttura – aggiunge con soddisfazione Samuele Annibali, CEO di CampusX -. CampusX ha partecipato attivamente, anche investendo importanti risorse, a tutte le fasi preliminari di questo progetto, a conferma del fatto che la nostra Società non è solo una piattaforma di gestione di “hybrid hospitality”, ma anche un promotore di operazioni immobiliari. Il 2024 è stato un altro anno importante per CampusX e si concluderà con l’apertura a Trieste della decima struttura CX Campus & Hotel” .
L’operazione di Bologna vede impegnati, oltre a CampusX e Techbau, Teco+ Partners STP S.r.l., per la progettazione architettonica, mentre l’interior design è affidato allo studio Rizoma Architetture. La nuova struttura si estenderà su una superficie lorda di 21.342 mq con un investimento totale di circa 70 milioni di euro.
Il progetto arricchirà l’offerta di servizi nel quartiere Navile con ampie aree verdi, edifici residenziali, scuole, poliambulatori e centri sportivi intorno a Piazza Lucio Dalla, nata dalla riqualificazione della tettoia Nervi.
Un moderno edificio a forma di “U” i cui elementi architettonici saranno composti da una struttura di quattro piani fuori terra sul prospetto sud ovest con accesso in via Zurlini mentre sul lato est, lungo via Insolera, si ergerà di 5 piani fuori terra. In corrispondenza delle due estremità della particolare forma a “U” ed esattamente nell’angolo a sud-est, completeranno il progetto architettonico 3 torri di 10 piani. L’intero impianto progettuale disporrà di un accesso interrato che ospiterà i parcheggi auto, bici e i locali tecnici.
Gli alloggi si distinguono in camere singole, camere doppie e camere singole prive di barriere architettoniche, tutte dotate di bagno privato in camera e angolo cottura per un’offerta complessiva di 633 posti letto organizzati in queste tipologie: 152 posti letto in 38 appartamenti in co-living, ognuna in grado di ospitare fino a quattro studenti; 313 camere Studio in stile monolocale con bagno e cucina; 30 camere Studio Large con bagno e cucina; 54 camere doppie per soggiorni brevi.
Il piano terra offrirà pareti vetrate che metteranno in comunicazione l’ambiente privato interno con lo spazio pubblico esterno, ospitando spazi comuni e di aggregazione, quali sale studio, sale svago, palestra, aree ristoro e relax.
Ai piani superiori si svilupperanno gli alloggi per studenti, di cui una piccola porzione nell’angolo sud-ovest sarà destinata alla ricettività a breve termine.
Due grandi terrazze panoramiche completeranno il progetto, dando la possibilità di avere zone esterne per studio e sport agli ospiti.
Le superfici di copertura saranno trattate a verde pensile e ospiteranno gli impianti per il fotovoltaico e il solare termico per un edificio ad alta efficienza energetica.
L’intero impianto progettuale rientra in pieno nella certificazione BREEAM “very good” – Building Research Establishment Enviromental Assessment Method – che attesta l’impiego di pratiche sostenibili sia in fase di progettazione e costruzione che nei processi di gestione, garantendo un basso impatto ambientale.
“La collaborazione con Techbau S.p.A, già precedentemente collaudata con l’apertura del secondo Student Housing più grande d’Italia, il nostro CX Milan NoM – afferma Samuele Annibali CEO di CampusX – ci ha dato la possibilità di consolidare la relazione con una realtà importante che sta concretamente credendo ad un asset class alternativa e testimonia una reciproca fiducia manifestata in un modello lavorativo di grande interesse, mirato a fornire soluzioni residenziali in grado di soddisfare la crescente domanda di ospitalità e convivenza partecipata”.
“Forti dell’esperienza conseguita nella realizzazione dello Student Housing di Milano Nord, siamo felici di consolidare la collaborazione con CampusX, partner con il quale condividiamo la visione strategica di sviluppo di un asset class che si sta confermando di primario interesse nell’attuale panorama del mercato residenziale – dichiara Andrea Marchiori, amministratore delegato di Techbau S.p.A -. La sinergia tra le nostre due realtà non potrà che dare un fondamentale valore aggiunto alla sicura riuscita del progetto”.

– Foto ufficio stampa CampusX –

(ITALPRESS).

Condividi su:

You cannot copy content of this page

blank

Seguici su