Stellantis, investimento da 130 milioni a Eisenach per nuovo Bev Opel

ROMA (ITALPRESS) – Stellantis ha annunciato un investimento di oltre 130 milioni nello stabilimento di Eisenach, in Germania, produttore del Suv compatto Opel Grandland, per aggiungere la produzione del veicolo BEV successore del modello, realizzato sulla nuovissima piattaforma STLA Medium. L’inizio della produzione del nuovo BEV è previsto per la seconda metà del 2024.
L’aggiunta di un veicolo elettrico a batteria (BEV) alla produzione di Eisenach sostiene il coraggioso impegno di Opel di realizzare una gamma di prodotti full-electric entro il 2028.
Il modello Opel Grandland, attualmente prodotto a Eisenach, include una variante plug-in hybrid. “Eisenach, il nostro stabilimento più compatto in Germania, ha dimostrato grande impegno verso il miglioramento della qualità”, ha dichiarato Arnaud Deboeuf, Chief Manufacturing Officer di Stellantis.
“Con l’assegnazione della nuova piattaforma totalmente BEV di Stellantis, STLA Medium, la forza lavoro altamente qualificata dello stabilimento di Eisenach continuerà a migliorare i costi e la qualità dei veicoli prodotti per soddisfare al meglio la clientela”, ha aggiunto. “Da 31 anni realizziamo qui in Turingia veicoli di alta qualità e abbiamo migliorato costantemente la nostra competitività. Continueremo su questa strada chiaramente tracciata con il successore elettrico di Opel Grandland,” ha dichiarato Florian Huettl, Ceo di Opel. “Questa decisione è un altro passo importante che Opel compie verso il raggiungimento dell’obiettivo di diventare un marchio full-electric in Europa entro il 2028”, ha aggiunto. Per Xavier Chereau, presidente del Consiglio di sorveglianza di Opel e Chief Human Resources & Transformation Officer di Stellantis, “l’attenzione al miglioramento della qualità e dei costi da parte del management e dei dipendenti di Eisenach, unitamente alle indicazioni dei rappresentanti sindacali tedeschi e al dialogo sociale con essi, contribuiscono a definire il futuro”. L’investimento in Eisenach è un passaggio chiave per il rispetto degli impegni del piano strategico Dare Forward 2030, che prevede una drastica riduzione delle emissioni di CO2 con una riduzione del 50% entro il 2030 rispetto al 2021, per arrivare all’azzeramento delle emissioni nette entro il 2038 con modeste compensazioni a una cifra percentuale delle emissioni restanti.
(ITALPRESS).
-foto ufficio stampa Stellantis-

Condividi su:

You cannot copy content of this page

blank

Seguici su