Staffetta azzurra d’argento ai Mondiali di fondo a Doha

DOHA (QATAR) (ITALPRESS) – E’ medaglia d’argento per l’Italia del fondo ai Mondiali di Doha nel team event. La 4X1500 azzurra – composta da Giulia Gabbrielleschi, Arianna Bridi, Gregorio Paltrinieri e Domenico Acerenza – cede solo al photofinish all’Australia, che si prende l’oro. Sul gradino più basso del podio, staccata di oltre 38 secondi, l’Ungheria.
L’Italia non riesce dunque a difendere il titolo conquistato a Fukuoka per appena 20 centesimi. Con la staffetta modificata sia nella composizione (in Giappone c’erano Barbara Pozzobon e Ginevra Taddeucci) sia nell’ordine (Paltrinieri prima di Acerenza), è il finale che costa l’oro agli azzurri, con il ventottenne potentino, reduce dal bronzo di ieri nella 5 km, che non riesce a resistere al ritorno prepotente di Kyle Lee. “Ce l’ho messa tutta, i miei compagni sono stati bravissimi – il rammarico ai microfoni di Rai Sport – Sarebbe stato bello ripetersi, ci riproveremo”. “E’ stata una grande staffetta – lo consola Paltrinieri – Prendere una medaglia non è mai facile e non ci stiamo ripetendo anno dopo anno. Vorremo sempre che fosse d’oro ma lo sport non è così”. Sulla stessa linea d’onda il responsabile tecnico Stefano Rubaudo: “Gli australiani sono in grandi condizioni, Mimmo sulla carta era più forte ma gli è costato tantissimo quell’errore iniziale in cui stava andando verso la seconda boa. La differenza l’ha fatta lo sprint dell’australiano, con due decimi di distacco c’è poco da rimpiangere, a volte vinci e a volte perdi. Ci farà inventare qualcosa di nuovo per vincere la prossima volta”.
– foto Ipa Agency –
(ITALPRESS).

Condividi su:

You cannot copy content of this page

blank

Seguici su