Semifinale Medvedev-Zverev a Melbourne, favola Yastremska

MELBOURNE (AUSTRALIA) (ITALPRESS) – Aspettando il nuovo faccia a faccia fra Novak Djokovic e Jannik Sinner, in programma venerdì, agli Australian Open si completa il quadro delle semifinali: a sfidarsi nella parte bassa del tabellone saranno Daniil Medvedev e Alexander Zverev. Il 27enne moscovita suda quasi quattro ore per rintuzzare gli attacchi di Hubert Hurkacz e imporsi alla fine per 7-6(4) 2-6 6-3 5-7 6-4. “Sono distrutto, già alla fine del secondo set è stata durissima, nel quarto non avevo più concentrazione e mi sono detto: ‘devo provare a fare del mio meglio e poi vediamo, se perdo vado a casa e va bene lo stesso’. Ma sono felice di essere riuscito a vincere”, sorride poi Medvedev, che sulla strada verso la sua terza finale in quattro anni a Melbourne troverà Zverev, che bissa intanto il risultato ottenuto nel 2020, quando fu poi stoppato da Thiem. Il tedesco elimina Carlos Alcaraz con una prova di grande solidità: 6-1 6-3 6-7(2) 6-4 il finale per Zverev, che si complica la vita nel terzo parziale (era andato a servire per il match sul 5-3 e nel tie-break si era portato sul 2-0) prima di riprendere il controllo e guadagnarsi il 19esimo confronto con Medvedev. Il russo conduce 11-7 e si è aggiudicato gli ultimi due fra Pechino e Torino ma sarà la prima volta al meglio dei cinque.

Se quella fra Sabalenka e Gauff era una semifinale quasi annunciata, nel tabellone femminile l’altro posto nell’ultimo atto se lo giocheranno invece due protagoniste inattese, Qinwen Zheng e Dayana Yastremska. Sulle orme di Li Na e Zheng Jie, la 21enne cinese – che in uno Slam non si era spinta oltre i quarti, raggiunti agli ultimi Us Open – rimonta un set ad Anna Kalinskaya, reduce dal successo su Jasmine Paolini, e chiude in due ore e 20 col punteggio di 6-7(4) 6-3 6-1. La Zheng, che l’estate scorsa ha vinto a Palermo il suo primo titolo Wta e che da lunedì entrerà per la prima volta nella Top Ten mondiale, affronterà ora la ‘cenerentola’ di questa edizione, Dayana Yastremska. Partita dalle qualificazioni, la 23enne ucraina raccoglie l’ottavo successo nelle ultime tre settimane al Melbourne Park piegando alla Rod Laver Arena la più giovane rivale, la 19enne Linda Noskova, per 6-3 6-4. Ex numero 21 del mondo e oggi in 93esima posizione, la Yastremska è la quinta giocatrice dell’Era Open a raggiungere le semifinali di un Major partendo dalle qualificazioni, la seconda a Melbourne dopo Christine Dorey nel 1978. Più recenti invece gli esempi di Nadia Podoroska (Roland Garros 2020) e soprattutto Emma Raducanu, capace poi di vincere gli Us Open 2021.

Ma l’Italtennis a Melbourne non è solo Jannik Sinner: Simone Bolelli e Andrea Vavassori, al terzo Slam come coppia, hanno battuto nei quarti per 7-5 6-4 i tedeschi Kevin Krawietz e Tim Puez, ottave teste di serie. Prossimo ostacolo un’altra coppia teutonica, quella formata da Yannick Hanfmann e Dominik Koepfer.
Bolelli-Vavassori sono il secondo duo azzurro capace di arrivare così avanti a Melbourne dopo Bolelli/Fognini che ci riuscirono nel 2013 e di nuovo nel 2015, l’anno dello storico trionfo.
(ITALPRESS).

– foto Ipa Agency –
(ITALPRESS).

Condividi su:

You cannot copy content of this page

blank

Seguici su