Scuola di Medicina e Chirurgia dell’Università di Palermo, Ciaccio rieletto presidente

PALERMO (ITALPRESS) – Il professore Marcello Ciaccio, ordinario di Biochimica Clinica e Medicina di Laboratorio, direttore del Dipartimento e dell’Unità di Medicina di Laboratorio del Policlinico “Paolo Giaccone”, è stato rieletto Presidente della Scuola di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Palermo per il triennio accademico 2023-2026.
Nel precedente triennio, si legge in una nota, tra i principali obiettivi raggiunti vi è l’ampliamento dell’offerta formativa con l’attivazione del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia ad indirizzo tecnologico (MED-IT), del Corso di Laurea in Tecniche di Neurofisiopatologia e del Corso di Laurea in Scienze delle Professioni Sanitarie Tecniche Diagnostiche, l’attivazione di Canali nei poli didattici decentrati di Agrigento, Trapani e Caltanissetta dei Corsi di Laurea delle Professioni Sanitarie. Inoltre, l’attivazione di numerose Scuole di Specializzazione, quali Oftalmologia, Pneumologia, Nefrologia, Medicina di Emergenza e Urgenza, Medicina e Cure Palliative, Otorinolaringoiatria, Neuropsichiatria Infantile, Statistica Medica e Biometria.
L’implementazione di strumentazioni basate su tecnologie di ultima generazione, sottolinea la nota, ha garantito un’assistenza di elevata qualità ed una formazione d’eccellenza. Il Policlinico Universitario rappresenta, infatti, uno dei centri di eccellenza per il territorio siciliano e non solo.
Nel corso del triennio, prosegue la nota, il professore Ciaccio ha dovuto affrontare un’importante sfida sanitaria senza precedenti, la Pandemia da SARS-CoV-2, mettendo in atto una serie di azioni per garantire la continuità sia dell’assistenza sanitaria sia della formazione degli Studenti, permettendo di proseguire il proprio percorso formativo con le caratteristiche di eccellente qualità che la Scuola di Medicina di Palermo ha sempre garantito.
Tra gli obiettivi del nuovo triennio di Presidenza vi sono la continua implementazione di Corsi di Laurea nei poli didattici decentrati, il completamento dell’attivazione di altre Scuole di Specializzazione, il potenziamento dei servizi offerti agli Studenti, quali una mensa e un’area studio e riposo più accogliente, aule moderne ed attrezzate e biblioteche aggiornate, infine una migliore erogazione dei servizi di assistenza inclusa la riduzione delle liste di attesa per i Pazienti, conclude la nota.
foto ufficio stampa Università di Palermo
(ITALPRESS).

Condividi su:

You cannot copy content of this page

blank

Seguici su