Sarri avverte “Contro l’Atletico dobbiamo fare risultato”

ROMA (ITALPRESS) – “La partita con l’Atletico un’occasione per svoltare? Bisogna pensare ai singoli eventi, il calendario ci propone questo. Abbiamo problemi da risolvere ma c’è la consapevolezza che abbiamo fatto passi in avanti. Chiaro che quando giochi contro squadre forti ci sono opportunità e rischi. Domani dobbiamo cercare di fare risultato. I nostri risultati non sono positivi, ma non bisogna pensare a questo; giochiamo contro la più forte del girone e fare un risultato positivo potrebbe essere importante in ottica qualificazione”. Così Maurizio Sarri, tecnico della Lazio, presenta il match di Champions contro l’Atletico Madrid nella conferenza stampa della vigilia. “La Champions è la manifestazione per club più importante al mondo, deve essere un onore e un piacere esserci dentro. Noi ci poniamo obiettivi partita per partita. Ora pensiamo a tirare fuori un risultato positivo per domani che potrebbe essere importante per la qualificazione”, sottolinea ancora l’allenatore biancoceleste.
L’ex mister di Napoli, Juventus e Chelsea analizza anche il momento di Immobile: “Ha il destino dei grandi bomber. E’ un giocatore di cui non puoi fare a meno quando segna e criticato quando non segna. In questo momento la squadra sta dando poca profondità, questo ci costa qualcosa a livello realizzativo. La squadra lo deve aiutare e lui si deve aiutare cercando di più la profondità”. Dalla squadra, Sarri si aspetta “che prosegua nei miglioramenti, togliendo i difetti che hanno caratterizzato questa fase iniziale di stagione che sono l’approccio alla partita e il non riuscire a sfruttare i momenti decisivi; se riusciamo a risolvere questi problemi, facciamo passi in avanti”.
“Questa è la Lazio più forte da quando sono qui? Penso di sì, è la rosa più completa che abbiamo avuto negli otto anni in cui sono stato qui. Gli anni scorsi ci mancava qualcosa, ora dobbiamo stare tranquilli, continuare a lavorare e se vinciamo due partite cambia tutto”, assicura invece il centrocampista spagnolo Luis Alberto. Poi, parlando del suo ruolo, sottolinea: “Non mi sento leader, io provo solo ad aiutare, per me Immobile è il leader perchè è capitano ed è quello che ha fatto di più per la Lazio. La sua è la vita dell’attaccante, quando segna è un fenomeno, quando non segna è scarso. Io lo vedo lavorare bene, sono sicuro che presto farà un paio di gol e tutti staranno zitti”.
– foto LivePhotoSport –
(ITALPRESS).

Condividi su:

You cannot copy content of this page

blank

Seguici su