Salis, Salvini “Capisco il padre, ma se condannata non la vorrei in classe”

ROMA (ITALPRESS) – “Da genitore capisco l’ansia e anche alcune dichiarazioni originali del padre di Ilaria Salis, Roberto.
E’ giusto che il governo sia impegnato con tutte le forze per tutelare la ragazza e ne auspico la completa e rapida assoluzione. Ribadisco, però, che Ilaria Salis è stata bloccata con un manganello e in compagnia di un estremista: in caso di condanna per violenze, a mio modo di vedere, l’opportunità che entri in classe per educare e crescere bambini è nulla”.
Così il Vicepremier e Ministro Matteo Salvini.
-foto Agenzia Fotogramma-
(ITALPRESS).

Condividi su:

You cannot copy content of this page

blank

Seguici su