Presentato progetto per la creazione di una nuova area sportiva polivalente nella zona “Arcirù ”

Nell’ambito del bando “Sport e Periferie”, emanato dal Dipartimento dello Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri

Troina, 27 ottobre 2022 – Presentato dall’amministrazione comunale, nell’ambito del bando “Sport e Periferie”, emanato dal Dipartimento dello Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, un progetto per la creazione di una nuova area sportiva polivalente nella zona “Arciru’ “.

A darne notizia, il sindaco Fabio Venezia: “Dopo l’inaugurazione dello Stadio e l’avvio dei lavori della palestra comunale – spiega – , l’impegno dell’amministrazione comunale per il miglioramento dell’impiantistica sportiva continua con quest’altro importante progetto, che prevede nuovi spazi di aggregazione all’insegna del benessere e amplia l’offerta sportiva”.

Il progetto esecutivo, dell’importo complessivo di 650 mila euro, oltre alla riqualificazione complessiva di tutta l’area della zona e la rigenerazione del già esistente campetto di calcio a 5, prevede infatti la realizzazione di: nuovi spogliatoi compresivi di servizi igienici e docce; un parco giochi inclusivo; un’area fitness attrezzata; un campo da bocce; un moderno campo polivalente di basket, tennis e pallavolo, dotato di illuminazione ed attrezzature.

“Con questo ambizioso ed ulteriore progetto sull’impiantistica sportiva – aggiunge l’assessore allo sport Stefano Giambirtone – , puntiamo alla riqualificazione e alla valorizzazione di un intera area. Lì dove oggi sorge un isolato campetto di calcio a 5, abbiamo voluto immaginare un vero e proprio centro di aggregazione all’aperto, un’area sportiva multidisciplinare, attrezzata e integrata 0-99 anni, funzionale e pensata per dare a tutti l’opportunità di fare attività fisica all’aperto, a prescindere dall’età: dal parco giochi inclusivo per tutti i bambini, passando per l’area fitness attrezzata, al campo di bocce e a quelli polivalenti, cercando di garantire un nuovo e innovativo spazio adeguato per la crescita sia fisica che sociale della nostra comunità”.


Doriana Graziano

Condividi su:

Seguici su