Pallamano femminile: giornata dolceamara per l’Edilspi-Mattroina

Netta sconfitta per le piccole atlete dell’Edilspi-Mattroina under 15 che in casa contro la Pallamano Paceco perdono per 25-10. Termina così la Regular Season che vede le ragazze di Andolina al terzo posto. Le dichiarazioni di mister Andolina a fine match mostrano comunque grande ottimismo per il futuro: «Malgrado il risultato mi ritengo soddisfatto della prestazione delle nostre piccole atlete. Bisogna considerare infatti che i due terzi della squadra hanno cominciato quest’anno. Tornando alla partita di oggi, a fine primo tempo il parziale era 5-10, con le ragazze che hanno tenuto bene grazie anche alle ottime parate del portiere Ricciardo, poi costretta negli ultimi secondi della prima frazione a ricorrere alle cure mediche causa un infortunio alla spalla che non le ha permesso di proseguire la partita. Ottenere comunque il terzo posto finale mi lascia fiducioso per il futuro».
Discorso diverso invece per l’under 17 che supera agevolmente sempre la Pallamano Paceco con il risultato di 30-11. Partita chiusa già a fine primo tempo grazie al parziale di 17-5 con le atlete della Mattroina trascinate dalle grandi prodezze del portiere Armeli e da un’impeccabile organizzazione difensiva. Nella ripresa la musica non è cambiata e il parziale finale ha testimoniato la supremazia delle ragazze di Andolina. Menzione dovuta anche per le prestazioni di Furia, Testa e Pagana che hanno trascinato la squadra alla vittoria finale.
Il mister si è detto ovviamente contento della prestazione: «Eravamo quasi in emergenza, vista la mancanza di ben quattro titolari. Questo testimonia che siamo ormai un gruppo consolidato e affiatato e chiunque viene chiamato in causa è in grado di ricoprire il ruolo in campo senza alcun problema».
Alla fine ha rilasciato brevi dichiarazioni anche la capitana Armeli: «Abbiamo affrontato le nostre avversarie con il giusto atteggiamento restando concentrate dal primo all’ultimo minuto. La vittoria è frutto del grande gruppo che siamo».

 

Fabrizio Tomasi

Condividi su:

You cannot copy content of this page

blank

Seguici su