Pallamano: cade ancora l’Aretusa-Mattroina, sconfitta 37-27 a Civitavecchia

Seconda sconfitta consecutiva per l’Aretusa-Mattroina, dopo quella della scorsa settimana contro Conversano: le ragazze di Andolina si arrendono 37-27 anche a Civitavecchia al cospetto di Flavioni.
Fin dall’avvio il match è parso complicato: dopo 10 minuti, infatti, Flavioni conduceva già 4-0! L’Aretusa, da parte sua, non è riuscita quasi mai a sfondare, sbattendo spesso sul portiere laziale. Le atlete siciliane sono poi parzialmente tornate in partita grazie a Giulia Nasca, che sblocca il risultato segnando il primo goal, e al capitano Spada, arrivando all’intervallo sul 17-13 grazie anche alle parate del giovanissimo portiere Armeli.
Nella ripresa l’Aretusa-Mattroina continua a mantenere uno scarto minimo (grazie anche alle reti di Furia, Spalletta e La Ferrera) ma Flavioni si ricompatta e si porta sul 26-20. Le ragazze di Andolina sbagliano troppo e la contesa si chiude sul 37-27 con un più dieci a favore delle laziali
Il prossimo appuntamento per le ragazze dell’Aretusa-Mattroina sarà tra due settimane, a Enna, contro l’Halikada.
Coach Andolina prova a vedere il bicchiere mezzo pieno anche dopo la sconfitta: «Sono abbastanza soddisfatto della partita. Rispetto alla sconfitta di settimana scorsa le ragazze, soprattutto le giovani, sono state molto combattive, mostrando anche ottime trame di gioco. Non siamo mai usciti dalla partita anche se il punteggio potrebbe far pensare diversamente. Le ragazze, quando sono state chiamate in causa, hanno dato tutto. Elisa Spalletta e il capitano Spada sono state particolarmente positive, ma non voglio togliere merito alla buona prestazione di tutte le altre. Ora abbiamo due settimane per preparare al meglio la sfida contro l’Halikada, ricordandoci sempre che la nostra è una squadra imbottita di giovani che hanno bisogno di tempo per crescere».

Fabrizio Tomasi

Condividi su:

Seguici su