Niente reti a Cesena, tra Juventus e Atalanta termina 0-0

CESENA (ITALPRESS) – Finisce 0-0 il test amichevole al Dino Manuzzi di Cesena tra Juventus e Atalanta. Tante indicazioni per Massimiliano Allegri e Gian Piero Gasperini in vista dell’esordio in campionato: domenica alle 18.30 i nerazzurri sfideranno il Sassuolo al Mapei Stadium, i bianconeri saranno invece protagonisti alla Dacia Arena contro l’Udinese (calcio d’inizio alle ore 20.45). I due tecnici non si sono fatti minimamente influenzare dal mercato: Vlahovic-Chiesa il tandem d’attacco dei bianconeri, con il ritorno di Adrien Rabiot in mediana (prima amichevole per il francese dopo aver saltato il pre-campionato a causa dei fastidi al polpaccio), In porta Perin, assente Szczesny a causa di un acciacco fisico. I nerazzurri hanno risposto con Koopmeiners sulla trequarti e il duo Lookman-Zapata in attacco: il colombiano, nonostante la corte della Roma, ha disputato in totale 56 minuti. Nella prima parte del primo tempo a gestire il gioco è stata la Juventus, pericolosa in due occasioni, con Weah e Miretti che hanno tentato di sorprendere Musso dalla distanza. L’Atalanta ha invece fatto fatica soffrendo soprattutto sugli scambi nello stretto tra i centrocampisti bianconeri: i nerazzurri si sono visti pochissimo nel primo tempo, la prima occasione è arrivata intorno al 25′ con il doppio rimpallo in area bianconera non sfruttato da Bakker. Da sottolineare la prova di Weah nella prima frazione, a un passo dal gol in diverse occasioni. Classica girandola di cambi nella ripresa per entrambe le squadre, con Gasperini che ha mandato in campo Scamacca al posto di Zapata. Un tempo invece per Dusan Vlahovic, il serbo è stato sostituito da Milik. L’Atalanta ha poi cambiato atteggiamento rimanendo comunque in gestione: la gara si è accesa nel giro di pochi minuti, al 24′ della ripresa Soulè ha sfiorato il vantaggio con Ruggeri che ha respinto sulla linea. Sull’azione successiva è stato El Bilal Tourè ad andare vicino alla rete con un diagonale sul fondo arrivato al termine di un’azione personale. Il caldo di Cesena ha rallentato i ritmi soprattutto nei minuti finali: Koopmeiners ci ha provato con una rasoiata dalla distanza, la Juventus non ha forzato il ritmo anche in vista dell’esordio in campionato.
– Foto Image –
(ITALPRESS).

Condividi su:

You cannot copy content of this page

blank

Seguici su

blank