Mattroina Handball: undicesima posizione alle finali nazionali U17F

Grande risultato ottenuto dalla Edilspi Mattroina Handball alle finali nazionali U17F, dove si è piazzata all’undicesima posizione a livello nazionale.

“Si conclude la nostra quarta partecipazione consecutiva alle Finals U17F, racconta mister Andolina, dove abbiamo ottenuto un miglioramento rispetto alla posizione ottenuta lo scorso anno, con una finale giocata con grande determinazione e cuore. Risultato 29:27 contro Sassari in nostro favore”.

Nella prima partita del girone la squadra troinese ha sfidato il Ferrarin aggiudicandosi l’incontro all’ultimo secondo grazie ad Armeli che riesce a neutralizzare un tiro dai 7 metri. Poi contro il Prato, i campioni in carica, arrivati quest’anno al ottavo posto.

“Una partita sfortunata, racconta mister Andolina, indisponibile Guastella per motivi influenzali, poi abbiamo perso dopo neanche 5 muniti Nasca, pedina importante nel nostro gioco offensivo e difensivo, costretta a lasciare il campo per una frattura al dito. Poi Furia ad inizio del secondo tempo, altro elemento fondamentale per noi e, per non farci mancare nulla, perdiamo anche, dopo 19 minuti del secondo tempo, Rotondo e con una panchina corta purtroppo. Questi infortuni hanno inciso pesantemente”.

Nell’ultimo incontro del girone eliminatorio la squadra si è confrontata col Cellini Padova, che si è classificata al secondo posto. “Incontriamo Malo nella semifinale dal nonno dodicesimo posto, spiega il mister, ma cediamo il passo alle nostre avversarie, quindi nel pomeriggio giochiamo la finale per 11/12 posto riuscendo a vincere contro Sassari e conquistando l’undicesimo posto. Non è semplice giocare 5 partite in 5 giorni, soprattutto quando hai una panchina corta. Ma sono soddisfatto anche della prova delle piccole. Mascali, anno 2010, che chiude con 17 goal. Testa, con 19 goal. Bottitta, con 14 goal. Ruccella, il nostro mastino in difesa, ma anche di Oppong e il nostro portierino Pagana. Certo, abbiamo molto da lavorare, soprattutto con le più piccole, per alcune di loro era la prima manifestazione da protagoniste e si sono fatte prendere dall ansia da prestazione”.

 

 

 

Sandra La Fico

Condividi su:

You cannot copy content of this page

blank

Seguici su