Key to Energy, storage e rinnovabili per la decarbonizzazione

MILANO (ITALPRESS) – Le policy di decarbonizzazione prevedono un forte impiego di rinnovabili. Che però spesso non sono programmabili e impongono una sfida. Il sistema elettrico richiede flessibilità e risorse che prestino servizi ancillari. In questo contesto lo storage è fondamentale: perchè è programmabile, ha prestazioni dinamiche eccellenti e può offrire numerosi servizi di rete. Lo sviluppo delle rinnovabili deve necessariamente essere programmato e attuato simultaneamente a quello dello storage. La simultaneità richiede un’attività di coordinamento tra i diversi player del mercato (sviluppatori, EPC, produttori, consumatori, utility, investitori, banche) e le istituzioni: in particolare MASE, ARERA, GSE e gestori di rete.
Gli obiettivi principali sono innescare per quanto possibile attività predittive, quali identificazione di aree e fabbisogni. Definire rapidamente norme attuative, che permettano di ottenere le autorizzazioni in tempi definiti. E completare un quadro regolatorio che garantisca una prospettiva di remunerazione degli investimenti basata su strumenti di contrattualizzazione di breve, medio e lungo periodo.
Key To Energy oggi chiama gli investitori e gli stakeholder del settore a riflettere su opportunità legate a storage e rinnovabili, individuando gli elementi chiave abilitanti una concreta accelerazione al processo di indirizzo e identificazione, sviluppo e messa in esercizio di questi asset. Together in charge, perchè sia un’accelerazione inclusiva “senza strappi”.
Un palinsesto di panel e workshop per dare un boost alla transizione nella cornice di KEY – The Energy Transition Expo: una delle più importanti fiere internazionali dell’energia, che andrà in scena presso il quartiere fieristico di Rimini dal 28 febbraio all’1 marzo.
La società di consulenza sarà presente con uno stand animato da workshop sugli ultimi trend della transizione: dagli approfondimenti sul Power Purchase Agreement a quelli sulle batterie elettrochimiche. Attività e incontri supportati da un solido approccio sostenuto da simulazioni di rete e mercato e analisi critiche di molteplici business model.
A ciò si aggiungono due panel verticali dedicati proprio ai temi dello storage e delle rinnovabili. Il primo, dal titolo “Welcome to a new stor(y)age”, tratta le tematiche di contesto, industriali e regolatorie correlate allo sviluppo dello stoccaggio elettrico, unitamente a esperienze di mercato di operatori nazionali e internazionali. Saranno previsti contributi dall’industria dello storage con focus su nuove prospettive prestazionali ed economiche figlie del recente sviluppo tecnologico, utili per valutare la concretezza e fattibilità dei nuovi obiettivi che il paese si sta ponendo.
Il secondo panel, dal titolo “Able to renew the energy”, parte dalla consapevolezza dell’accelerazione dello sviluppo delle fonti rinnovabili in atto, soffermandosi sulle condizioni necessarie per garantirne la sostenibilità e l’ulteriore incremento: alla luce degli obiettivi sfidanti delle policy europee, nonchè dei numerosi vincoli e difficoltà ancora evidenti. Tenendo conto del contesto normativo (FerX ed Energy Release), ma anche analizzando il punto di vista dei diversi stakeholder e investitori coinvolti.
In sintesi, la strategia chiave: mantenere e possibilmente aumentare il ritmo (ma “senza strappi dannosi…”), consolidando e confermando le buone azioni ad oggi individuate. E identificando soluzioni innovative, senza perdere di vista la gestione dei rischi e la sostenibilità finanziaria degli investimenti.

– foto ufficio stampa Key to Energy –
(ITALPRESS).

Condividi su:

You cannot copy content of this page

blank

Seguici su