ItalDavis batte Cile 3-0, Finals a Malaga ancora possibili

BOLOGNA (ITALPRESS) – L’Italtennis ha ancora chance di sbarcare alla Final 8 di Coppa Davis di Malaga, in programma dal 21 al 26 novembre. Gli azzurri del ct Filippo Volandri, clamorosamente sconfitti da un Canada a ranghi ridotti nel match d’esordio, si riscattano contro il Cile, superato 3-0 sul veloce di una Unipol Arena di Bologna che non ha mai smesso di incitare i suoi beniamini. Il primo punto di giornata portava la firma di Matteo Arnaldi che, dopo l’esordio in doppio con il Canada, debuttava in azzurro anche in singolare. il 22enne sanremese, n.47 Atp, si imponeva in rimonta su Cristian Garin, 103esimo del ranking mondiale, sconfitto con il punteggio di 2-6 6-4 6-3 dopo due ore e 23 minuti di partita. Un match che esaltava le doti di combattente del ligure: “Ero un pò nervoso all’inizio e non riuscivo a giocare il mio tennis migliore. Nel secondo set ho cercato in ogni modo di rimanergli attaccato e nel terzo la chiave è stata quel quarto game da 15 minuti (e 20 punti, ndr). Quando giochi per il tuo Paese è molto differente: senti la pressione, il calore della gente”. E ancora: “Non era un match semplice da giocare dopo la sconfitta con il Canada, però non vedevo l’ora di scendere in campo, perchè sono venuto qui per giocare e non per stare in panchina. E voglio ringraziare il capitano Filippo Volandri per questa opportunità che mi ha dato”. Successivamente, a regalare emozioni e spettacolo ci pensava Lorenzo Sonego. Il torinese, n.38 Atp, riusciva ad aggiudicarsi il singolare contro Nicolas Jarry, 22esimo del ranking mondiale, battuto con il punteggio di 3-6 7-5 6-4 in due ore e 43 minuti di gioco. L’azzurro annullava al rivale ben quattro match point nel secondo parziale, meritandosi la ‘promozionè per il successivo doppio. Dove, assieme a Lorenzo Musetti, riesce nell’impresa di dimenticare le fatiche e reggere il ritmo sino a mezzanotte. Tomas Vera Barrios e Alejandro Tabilo sono costretti alla resa in tre set, con il punteggio di 6-7(3) 6-3 7-6(2), dopo due ore e 23 minuti di gioco. Domenica la sfida decisiva con la Svezia per sperare nell’accesso alla Final 8 di Malaga, un obiettivo che gli azzurri visti con il Cile meriterebbero ampiamente.
– Foto LivePhotoSport –
(ITALPRESS).

Condividi su:

You cannot copy content of this page

blank

Seguici su