Intervistato il nuovo comandante di stazione di Troina: il Maresciallo Capo Claudio DeFalco

Il Maresciallo Capo Claudio DeFalco – classe ‘83 ed originario della provincia di Napoli- si arruola nel 2010 in seguito agli studi in Giurisprudenza, conclude l’iter formativo della durata di due anni presso la scuola sottoufficiale di Velletri e viene successivamente assegnato all’Hinterland milanese che lui stesso definisce “una grandissima palestra professionale”, presso cui rimarrà per i successivi 10 anni assegnato alla stazione di Cinisello Balsamo (MI), stazione distaccata più grande d’Italia con una forza organica di circa 32 militari. Proprio l’esperienza in un ambiente così ampio ed impegnativo, gli ha permesso l’acquisizione di un’importante formazione professionale.
Negli anni, affronta e risolve, insieme alla sua squadra, tantissime problematiche, in particolare nell’ambito delle truffe: “tra i sacrifici che questa professione comporta ci sono però anche tante soddisfazioni come quella di poter dire al cittadino di aver risolto il loro problema o di vederlo riappropriarsi di un diritto di cui era stato privato. Penso che la più grande soddisfazione per un carabiniere sia la riconoscenza del cittadino, anche un semplice grazie o una parola di stima” afferma il maresciallo DeFalco. Difatti, tra gli obiettivi principali che il comandante si è posto prendendo servizio a Troina, c’è quello di far arrivare alla comunità l’importante messaggio che la caserma dei Carabinieri è sempre aperta a chiunque, per discutere di qualsiasi eventualità o problematica grande o piccola che sia.
Seppur provenendo da un’ambiente molto più grande rispetto a Troina, l’impatto con la comunità è stato molto positivo, tant’è che lo stesso sottolinea di aver preso atto dell’ambiente curato e del clima culturale abbastanza elevato che si respira.
“Ho avuto modo di parlare con diverse persone del luogo e di fare qualche giro appurando la bella realtà del territorio e ne sono rimasto piacevolmente colpito. Ho avuto vari colloqui anche con alcune associazioni, concordando sull’importanza del dialogo reciproco, in modo tale da affrontare insieme le questioni prioritarie della comunità e le preoccupazioni della popolazione”.
Quello che traspare dalle parole del comandante è proprio l’essere legato al concetto di territorialità; infatti, la stazione dei Carabinieri è il primo presidio presente sul territorio. “Il cittadino ha il primo contatto con il comandante di stazione e con i suoi collaboratori, difatti la forza dell’arma dei Carabinieri è proprio la presenza sul territorio” conclude il maresciallo DeFalco.

Ringraziamo il comandante della stazione dei carabinieri di Troina per la propria disponibilità augurandogli un proficuo lavoro.

Redazione 94018.it/archivio

Condividi su:

Seguici su