Incendi, Lagalla “Diossina a Palermo al di sotto rischio popolazione”

PALERMO (ITALPRESS) – Sono sotto i livelli di pericolosità la diossina e le diverse sostante emesse dall’incendio divampato il 24 luglio a Palermo che ha interessato anche la discarica di Bellolampo. Lo rende noto l’ARPA Sicilia nell’aggiornamento sui campioni prelevati dal 31 luglio al 2 agosto. “La determinazione di diossine sull’aria campionata nei pressi della località Inserra, all’ingresso del residence sito in via Costantino dalle ore 10.15 del 31 luglio alle ore 22.15 del 2 agosto ha restituito una concentrazione pari a 100 TE fg/m3. La determinazione di diossine sull’aria campionata nel P.O. Villa delle Ginestre dalle ore 10.40 del 31 luglio alle ore 22.40 del 2 luglio ha restituito una concentrazione pari a 74 TE fg/m3. Nei prossimi giorni saranno completate le analisi in corso sui campioni di aria ambiente prelevati fino al 6 agosto. “Nel corso della giornata di oggi firmerò la proroga fino al 31 agosto dell’ordinanza firmata lo scorso 29 luglio sulle azioni a tutela della salute dei cittadini a seguito degli incendi del 24 e 25 luglio. La decisione è stata presa nel corso della Conferenza di servizi che si è tenuta stamattina a Palazzo delle Aquile con Arpa regionale, Asp di Palermo, Dipartimento regionale della Protezione civile, Università di Palermo, Servizio ambiente del Comune e Polizia municipale. Gli ultimi dati dell’Arpa sulla presenza di diossina nell’aria sono stati forniti oggi e si riferiscono ai rilevamenti su via Costantino e Villa delle Ginestre dal 31 luglio al 2 agosto e confermano una concentrazione di molecole nell’aria ben al di sotto dei livelli di rischio per la popolazione”. Lo dichiara il sindaco di Palermo Roberto Lagalla.
“I dati sono, dunque, rassicuranti e i tecnici dell’Arpa confidano in un ulteriore trend in diminuzione e lo stesso andamento è registrato anche per quanto riguarda i livelli di benzene e polveri. L’Arpa, inoltre, nel corso della riunione ha fornito informalmente i primi risultati dei campionamenti a terra del 3 agosto in 3 punti su 12 che registrano la presenza di diossina sul suolo e in tutte e tre le rilevazioni le concentrazioni, anche in questo caso, sono inferiori alla soglia stabilita dalla legge sui siti ad uso di verde pubblico, privato e residenziale. Dunque, nonostante i primi riscontri sulla presenza di diossina sul suolo siano confortanti, si è deciso di procedere, in modo prudenziale e cautelativo, con una proroga dell’ordinanza, in attesa di un quadro completo delle analisi che si avrà nei prossimi giorni” ha aggiunto il primo cittadino.
“Inoltre, proseguono costantemente i monitoraggi e le analisi dell’Asp sugli allevamenti all’interno dell’area di 4 chilometri e ringrazio gli imprenditori e i produttori che, secondo quanto riferito dai tecnici dell’Azienda sanitaria, stanno seguendo responsabilmente le indicazioni previste dal provvedimento. Proprio la data del 31 agosto è indicativa in quanto entro questo termine sono attesi i risultati dei campionamenti dell’Asp su foraggi, carni e latticini” conclude Lagalla.

foto: Agenzia Fotogramma

(ITALPRESS).

Condividi su:

You cannot copy content of this page

blank

Seguici su