GRANDE SGOMENTO PER LA MORTE DEL GIOVANE GIUSEPPE GIULIANO

TROINA. L’intera comunità è impietrita per la terribile tragedia che è costata la vita al giovane Giuseppe Giuliano. Secondo quanto si apprende, il trentacinquenne è stato colto da un malore durante un’immersione subacquea nel canale che separa le isole di Vulcano e Lipari. Stamane, infatti, il sub troinese era partito da Milazzo, a bordo di un gommone, con due amici per una delle consuete battute di pesca in apnea nel mare circostante le Eolie. Giunti nel punto dell’immersione, il giovane troinese si è calato in mare per la pesca; trascorso un tempo maggiore del solito, non vedendolo riemergere, i due amici si sono allarmati e hanno iniziato a cercarlo, ritrovando il corpo che galleggiava a un centinaio di metri dal punto di immersione. Subito hanno cercato di riportarlo a bordo del gommone, operazione difficile e resa possibile grazie all’aiuto di un pescatore che si trovava nella zona. La situazione di Giuseppe Giuliano è subito apparsa grave; benché il giovane sub sia stato condotto immediatamente al porto di Levante dell’isola di Vulcano, dove il medico e i volontari della Croce Rossa hanno cercato di rianimarlo per oltre mezz’ora, tutto è risultato vano. I carabinieri di Vulcano hanno avviato le indagini disposte dalla Procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto competente territorialmente, ma il sostituto procuratore di turno non ha ritenuto di dovere disporre l’autopsia sulla salma che, domani, dovrebbe essere trasferita a Troina.
Giuseppe Giuliano è molto conosciuto e voluto bene nella comunità troinese. Era un fervente devoto di San Silvestro e ogni anno con il suo tamburo accompagnava i devoti Ramari nel pellegrinaggio votivo a piedi in onore del patrono della cittadina nebroidea. Questa sua passione per le tradizioni e per le musiche tradizionali lo avevano portato anche ad apprendere dagli anziani l’arte di realizzare i tamburi troinesi, trasmettendo con passione alle generazioni più giovani la sapiente arte dei tamburini.
Giuliano lascia la moglie e una figlia piccola. Attorno a loro e ai genitori si stringe con profondo dolore tutta la città.

A questo grande cordoglio si unisce anche la redazione di 94018.it/archivio.

Condividi su:

Seguici su