Fiorentina in semifinale di Coppa Italia, Bologna ko ai rigori

FIRENZE (ITALPRESS) – La Fiorentina conquista la sua terza semifinale consecutiva di Coppa Italia sconfiggendo 5-4 dopo i calci di rigore il Bologna. A decidere dal dischetto un errore di Posch. Adesso i viola affronteranno la vincente della sfida tra Milan e Atalanta. La partita è molto bella tatticamente anche perchè i due allenatori si conoscono, si studiano e hanno squadre applicate ai rispettivi moduli di gioco. Quello viola è una vera sorpresa perchè il 3-4-2-1 è una scelta inedita per Italiano, forzata anche dall’assenza di tre esterni e con un altro, Brekalo, che è sul mercato. E’ la Fiorentina a partire meglio ma è il Bologna a fallire almeno due clamorose chance con Zirkzee nella prima frazione con l’attaccante felsineo che nella prima occasione sbaglia il controllo all’altezza del dischetto su assist perfetto di Ferguson, mentre sulla seconda, servito da Orsolini, salta anche Milenkovic ma poi scheggia la traversa. Ad inizio ripresa il palo di Orsolini con un destro da fuori area sollecita la voglia di intervenire dalla panchina del tecnico gigliato che poco prima dell’ora di gioco inserisce prima Bonaventura e Nzola per Barak e Ikonè, poi Mandragora e Parisi per Duncan e Biraghi. I viola sono molto compatti, e guadagnano un pò più di profondità con la doppia punta ma non si rendono mai pericolosi nei venti metri finali del Bologna. Serve però un ottimo riflesso di Skorupski su Martinez Quarta per consentire agli ospiti di andare ai supplementari. I due mini tempi da 15′ sono una battaglia senza esclusioni di colpi: prima Zirkzee centra il terzo legno per i suoi, poi Martinez Quarta tira debolmente davanti a Skorupski. L’occasione migliore però ce l’ha Kayode su cross di Mandragora ma il giovane esterno destro della Fiorentina mette fuori a porta spalancata davanti a sè. Si arriva così ai rigori e all’errore decisivo dagli undici metri di Posch, mentre Maxime Lopez non sbaglia il decimo della serie e regala la semifinale ai viola.
– foto Image –
(ITALPRESS).

Condividi su:

You cannot copy content of this page

blank

Seguici su