Controlli dei vigili urbani nel centro storico di Palermo, multe e sequestri

PALERMO (ITALPRESS) – Continua senza sosta l’azione di controllo del territorio e delle attività commerciali, e di contrasto all’abusivismo commerciale e alla contraffazione, che gli agenti della Polizia Municipale di Palermo, stanno portando avanti in alcune zone della città. Trentasei vigili urbani, stamane, sono intervenuti in corso Finocchiaro Aprile, a pochi passi dal Tribunale, dove sono stati eseguiti accertamenti in 8 attività economiche a posto fisso. Sono state riscontrate alcune irregolarità per l’occupazione abusiva di suolo pubblico e sottoposti i titolari a più accurata verifica sulla regolarità sotto l’aspetto dei tributi comunali e della pubblicità.
Sotto la lente sono passati anche i venditori ambulanti della zona. A tre di loro, privi di licenza, è stata contestata la presenza dei loro banchetti di vendita lungo Corso Finocchiaro Aprile e sequestrata merce per un totale di 500 chili, che è stata devoluta in beneficenza ad una delle case famiglia cittadine. Ad altri tre venditori ambulanti sono state contestate più gravi violazioni, anche a carattere penale, per la vendita di alimenti in mancanza di Scia sanitaria e per le particolari norme sulla vendita del pane, con sanzioni di 5 mila euro per ciascuno. Sono state rimosse attrezzature ed altri oggetti che ingombravano gli incroci.
Nell’ambito dei controlli sono stati allestiti numerosi posti di controllo e pattugliamenti, nel corso dei quali le pattuglie che hanno preso parte all’operazione, hanno messo in atto un’importante azione di repressione della sosta selvaggia, che quotidianamente mina la circolazione su questo asse viario, e di controllo su posti riservati ai disabili, attraversamenti pedonali, scivoli e marciapiedi. Controllati anche i veicoli in transito, con l’ausilio di un ufficio mobile.
Sono stati elevati 90 avvisi per violazione del Codice della Strada per doppia fila, per sosta su attraversamenti pedonali, per sosta nei posti riservati a persone con disabilità senza averne titolo, vertice di incrocio e 21 auto sono state rimosse perchè in divieto di sosta, tutti in corso Finocchiaro Aprile. Per fluidificare la circolazione dell’intera zona altre pattuglie munite di apparecchiatura “Street Control” hanno controllato i principali assi viari tra i quali via Dante, via Lascaris, via Marconi sanzionando 83 veicoli in sosta in doppia fila.
Rimossi anche 6 veicoli che giacevano in stato di abbandono, sequestrate 3 auto in sosta senza assicurazione e avviate a confisca altri due veicoli che risultavano già sottoposti a sequestro.
Nei punti di controllo, 81 veicoli di ogni tipo sono stati sottoposti a verifica; sono stati così sequestrati altri 4 veicoli che circolavano senza assicurazione. Sorpreso un automobilista che guidava senza patente, un altro con patente scaduta. Sottoposti a fermo 3 motocicli perchè il conducente non indossava il casco e sequestrati due velocipedi elettrici irregolari.
Altri 20 agenti della Polizia Municipale, in collaborazione con i Carabinieri del Comando Provinciale, hanno sviluppato un’azione tesa ad assicurare adeguati livelli di vivibilità in una zona che ultimamente ha registrato parecchie proteste da parte dei Cittadini. In quest’ottica è stato effettuato anche un approfondito controllo sugli ambulanti che abitualmente operano a cavallo della via Maqueda. Ieri, un venditore ambulante extracomunitario, avendo difficoltà a sistemare la propria mercanzia ed avendo perciò avuto contrasti con alcuni automobilisti, ha sfogato la propria aggressività danneggiando seriamente 13 vetture e tentando infine di ferire i passanti col lancio di pietre ed altri oggetti sino a che è stato tratto in arresto dai Carabinieri nel frattempo intervenuti. Le pattuglie della Polizia Municipale e dei Carabinieri hanno operato controlli su cose e persone, facendo intervenire anche unità cinofile.
I risultati degli accertamenti effettuati sono adesso al vaglio del Comando per le successive azioni conseguenti, in particolare la posizione di 4 commercianti ambulanti è attualmente oggetto di ulteriori accertamenti.
“La Città, in maniera costante, quotidiana, chiede alla Polizia Municipale di poter vivere in un ambiente decoroso e sicuro, che non sia caratterizzato invece da quegli episodi delinquenziali e di malcostume che sono stati purtroppo caratteristica della storia cittadina – sottolinea il comandante della Polizia municipale, Angelo Colucciello -. Il Cittadino palermitano vuole giustamente vivere in sicurezza, e bene, nell’ambiente sano di questa meravigliosa Città, ed il nostro dovere è far di tutto per far sì che questo si realizzi”.
– foto ufficio stampa Comune di Palermo –
(ITALPRESS).

Condividi su:

You cannot copy content of this page

blank

Seguici su