Continuano gli incentivi Jeep

TORINO (ITALPRESS) – Tutti gli showroom Jeep in Italia aprono le porte nelle giornate di sabato 27 e domenica 28 gennaio. Sarà l’occasione per conoscere più da vicino la tecnologia e-Hybrid; la gamma di SUV 4xe Plug-In Hybrid, la più venduta in Italia nel mercato PHEV negli ultimi tre anni; e Jeep Avenger, il primo SUV 100% elettrico del brand, capace di incarnarne il DNA in dimensioni compatte, e per apprezzare tutta la proverbiale libertà incarnata dai SUV Jeep. Nel mese di gennaio, infatti, all’insegna della “freedom of choice”, Jeep offre eccezionali incentivi che permettono, su tutti i SUV della marca, di scegliere qualsiasi motorizzazione (elettrica, termica o ibrida) versando la medesima rata su tutte le versioni. Ad esempio, Jeep Renegade può essere acquistata – nella versione benzina, e-Hybrid (ibrida) o 4xe (ibrida-ricaricabile) con una rata di 199€ al mese, grazie ad un finanziamento Stellantis Financial Services.
Il motore ibrido e-Hybrid di cui possono essere dotate Renegade e Compass garantisce un’esperienza di guida ibrida versatile e rilassante e offre 130 CV e 240 Nm di coppia massima, abbinati a un nuovo cambio automatico a doppia frizione a 7 rapporti. La tecnologia Jeep e-Hybrid è in grado di fornire una propulsione completamente elettrica all’avvio, a basse velocità, in crociera e nelle manovre di parcheggio. Numerose “funzioni EV” consentono al veicolo di muoversi in modalità elettrica, come Silent Start, Energy Recovery, Boost & Load Point Shift ed Electric Drive. Per chi predilige l’ibrido ricaricabile e la trazione integrale, Renegade e Compass 4xe offrono anche una motorizzazione Plug-In Hybrid che associa un propulsore 1.3 turbobenzina da 130 o 180 CV a un’unità elettrica con differenziale integrato, da 60 CV e 250 Nm, per una potenza complessiva di 190 o 240 CV. Grazie all’elettrificazione, Renegade e Compass migliorano ulteriormente le proprie qualità in fuoristrada, per merito dell’elevata coppia motrice assicurata dal motore elettrico e della possibilità di regolarla con estrema precisione nelle fasi di spunto e nella guida off road più impegnativa, quando è necessario un rapporto di trasmissione molto ridotto.
Con la nuova tecnologia di trazione elettrica integrale la trazione all’assale posteriore non viene fornita tramite albero di trasmissione ma con motore elettrico dedicato. Questo permette di svincolare i due assi e gestire la coppia erogata in maniera indipendente e migliore rispetto ad un sistema meccanico.
Jeep Avenger è dotata di un sistema di propulsione elettrico di nuova generazione che unisce un nuovo motore elettrico e una nuova batteria. Grazie alle elevate potenza e coppia, e a una specifica taratura del gruppo propulsore elettrico, la nuova Avenger offre un piacere di guida senza compromessi sia su strada sia off-road. Il propulsore elettrico da 400 Volt di seconda generazione è il primo lanciato da Emotors, una joint venture tra Stellantis e Nidec Leroy-Somer Holding. Fornisce 115 kW, corrispondenti a 156 cavalli, e 260 Nm di coppia massima. La nuova batteria da 54 kWh, anch’essa prodotta da Stellantis, offre un’elevata densità di energia e un ottimo rapporto tra energia nominale ed energia utilizzabile. In particolare, il pacco batterie è composto da 17 moduli e 102 celle che utilizzano il modello NMC 811 agli ioni di litio e offre 400 km di autonomia nel ciclo WLTP, che diventano 550 km nel ciclo urbano.
La batteria, testata per oltre 2 milioni di chilometri, è estremamente compatta e non intrusiva e trova posto sotto i sedili anteriori e posteriori e il tunnel centrale. Inoltre, durante la guida in fuoristrada è protetta da un’elevata altezza da terra e da piastre sottoscocca. Ricaricare la nuova Avenger è semplicissimo. Tramite un cavo Mode 4 da 100 kW in corrente continua collegato al punto di ricarica pubblica veloce, sono sufficienti tre minuti di ricarica per percorrere 30 km; oppure 24 minuti per caricare le batterie dal 20 all’80% di carica.Considerando che gli utenti europei percorrono in media 30 km al giorno, è probabile che il veicolo possa essere guidato per giorni prima di dover essere ricaricato. Nel frattempo, con un cavo Mode 3 da 11 kW per la corrente alternata collegato a una Wallbox o a una stazione di ricarica pubblica, è possibile fare il “pieno” (da 0% a 100%) in 5,5 ore.

foto: ufficio stampa Stellantis

(ITALPRESS).

Condividi su:

You cannot copy content of this page

blank

Seguici su