Cineclub 23/24: “THE FATHER- Nulla è come sembra”

Giovedì 15 febbraio, al CineTeatro A. Camilleri di Troina, nuovo appuntamento con il Cineclub 23/24. Ad essere proiettato questa settimana, alle ore 18:00 ed alle ore 21:00, sarà “The father–Nulla è come sembra” di Florian Zeller.

Con la crescita delle fasce di età più anziane e la contestuale diminuzione di quelle più giovani nella popolazione nei paesi dove si vive in condizioni di diffuso benessere, non sono rari i casi di famiglie con anziani che hanno perso la memoria. E’ un dramma, per i figli, vivere con genitori anziani affetti dal morbo di Alzheimer. Per come sono strutturate oggi, le famiglie non sono in grado di assicurare quel supporto assistenziale necessario ai genitori anziani. E’ più complicato per le figlie che spesso sono quelle che alla fin fin se ne occupano. E’ il dramma che viene raccontato in versione cinematografica, dopo che lo stesso regista ne aveva curato la rappresentazione in teatro. L’ambiente in cui si svolge questo dramma è quello di un quartiere londinese dove abita il ceto medio agiato che gode di un solido benessere. Drammi del genere non sono risparmiati a famiglie appartenenti a classi sociali meno agiate. Vedere il proprio genitore anziano in queste condizioni, che stenta persino a riconoscerli, procura a figlie e figli una lancinante angoscia. E’ una fatica notevole assistere un anziano che non ricorda nulla del suo passato, che non si rende conto di non vivere nella sua casa ma in quella della sua unica figlia, che cambia spesso le badanti perché non gliene vai bene una perché pensa di non averne bisogno. Non ricorda che la figlia, con la quale vive, è divorziata da molti anni e sta con un altro. A tratti gli torna alla memoria l’altra figlia, che dice di non vedere da tempo senza conoscerne il motivo. Ha dimenticato del tutto che l’altra figlia ha perso la vita in un grave incidente. Che alla fin fine la soluzione a tutto questo possa essere il ricovero in una struttura residenziale per anziani lo pensano in molti tra i figli che hanno un genitore anziano con l’Alzheimer o altre malattie invalidanti, ma molti di questi anziani l’avvertono come una condanna e ne soffrono.

Silvano Privitera

Condividi su:

You cannot copy content of this page

blank

Seguici su