Cineclub 23/24: proiettato “Anni difficili” di Luigi Zampa

Giovedì 1 febbraio, presso il CineTeatro A. Camilleri, nuovo appuntamento con il Cineclub 23/24. È il turno di “Anni difficili” di Luigi Zampa, proiettato alle ore 18.00 ed alle ore 21.00.

Società e sistemi politici cambiano a volte lentamente e con manifestazioni difficilmente percettibili, altre volte cambiano così velocemente ed in forma vistosa, violenta e traumatica. In questo secondo caso, a segnare la transizione sono le guerre, soprattutto quelle perse, le rivoluzioni e il crollo di regimi politici. A questi cambiamenti ci si deve comunque adattare. Non tutti si adattano, però. Tra questi ce ne sono che si oppongono attivamente ai cambiamenti, ma ce ne sono anche che si rassegnano e non fanno nulla per contrastarli. Ognuno di quelli che si adattano lo fa a modo suo. Il film “Anni difficili”, tratto dal racconto “Il vecchio con gli stivali” di Vitaliano Brancati, narra le vicende di un modesto impiegato comunale di cauti sentimenti antifascisti che a cinquant’anni negli anni Trenta del Novecento, in pieno regime fascista, per pressioni familiari e per non rischiare di perdere il posto di lavoro, aderisce al partito nazionale fascista cedendo alle richieste del podestà. Portare il distintivo fascista all’occhiello della giacca (la cimice veniva chiamato il distintivo) e calzare gli stivali (da qui il titolo del racconto e del film) erano i segni esteriori di appartenenza al partito fascista. Ma il mondo gira e le cose cambiano. Il regime fascista crolla rovinosamente e si apre una nuova fase nella quale il povero impiegato comunale diventato fascista suo malgrado deve fare i conti con l’epurazione. Non è stato abile ad adeguarsi tempestivamente a questo cambiamento. Trasformismo si chiama questa attitudine a cambiare partito non tanto per convincimenti ideali, ma per materiali e spesso spregevole interessi personali e di ceto. E il povero impiegato comunale si imbatte in un epuratore al quale non aveva mai pensato. Un epuratore che aveva una spiccata attitudine al trasformismo. “Anni difficili” è un film che può essere considerato un antesignano di quella corrente del cinema italiano degli anni ’60 e ‘70 del Novecento conosciuta con la denominazione “commedia all’italiana”, che racconta vicende amare con toni ironici.

Silvano Privitera

Condividi su:

You cannot copy content of this page

blank

Seguici su