Cerami: dopo due anni ritorna la festa di Sant’Antonio Abate.

A Cerami fervono in questi giorni gli ultimi preparativi per la Festa in onore di Sant’Antonio Abate. I ceramesi, dopo due anni di fermo dovuti alla pandemia da Covid-19, sono pronti a dare il via ai festeggiamenti.

Devozione, tradizione, folklore e musica caratterizzeranno anche quest’anno la Festa di Sant’Antonio Abate a Cerami (En), piccolo borgo nebroideo dell’entroterra siciliano, in cui il culto del santo anacoreta è attestato sin dal XVI secolo e la cui festa, organizzata dalla Confraternita Sant’Antonio Abate , è stata inserita nel 2021 anche nella Rete Italiana per la Salvaguardia e Valorizzazione delle Feste di Sant’Antonio Abate.

Giacomo Michele Fascetto, giovanissimo segretario della Confraternita Sant’Antonio di Cerami, spiega che «si tratta di una rete nata nel Marzo 2021 con l’obiettivo di operare nel campo della salvaguardia e della valorizzazione del patrimonio culturale immateriale, promuovendo la diversità delle espressioni culturali e svolgendo un ruolo di mediazione tra le varie comunità che si pregiano di onorare il glorioso abate Sant’Antonio. »

Diversi sono gli appuntamenti che vedranno impegnata la comunità ceramese a partire dal 22 Luglio, quando con il rito d’ Intronizzazione il simulacro del Santo verrà posto sull’Altare maggiore per l’inizio della novena,avviando ufficialmente i festeggiamenti. Programmate per sabato 23 luglio la tradizionale “ n’tinna”, o albero della cuccagna, e il gioco dei “pignati” o pentolacce, che vedranno numerosi giovani rievocare antiche tradizioni sull’esempio dei Padri. Nella mattinata del 30 luglio, come di consueto, si svolgerà il tradizionale corteo storico a cavallo e la tradizionale offerta di pane e formaggio, mentre la sera, tra le stradine del centro storico di Cerami, si snoderà la processione della Reliquia di Sant’Antonio Abate con la partecipazione di tutte le Confraternite del paese con i propri abiti e le proprie insegne: un vero e proprio museo a cielo aperto, vissuto con la più profonda devozione da parte dei cittadini ceramesi.

Il dottor Fascetto ci spiega infatti, che «a Cerami il senso di appartenenza alle varie Confraternite è molto forte – svolgendo esse una funzione di mediazione e congiunzione tra la vita civile e religiosa – tanto da poter considerare questa, una delle caratteristiche peculiari della cittadina ceramese. »

Domenica 31 Luglio Cerami entrerà davvero nel vivo della Festa di Sant’Antonio Abate con la processione del simulacro del Santo, collocato sull’artistico fercolo portato a spalla dai devoti. L’imponente facciata barocca della chiesa di Sant’Antonio farà da sfondo “A’ Nisciuta”, ossia alla trionfale uscita del fercolo dalla propria chiesa. Di forte impatto visivo saranno i “lazzuna”, funi decorate da “giummi” – nappe multicolori – e campanelle, che agganciate sulla sommità del fercolo verranno tirate dai devoti lungo il tragitto. Durante la processione del Santo diverse saranno le soste per le cosiddette “bippite”, ossia la consueta offerta di biscotti al lievito nella tradizionale forma a “S” accompagnati al vino.
Al mattino il giro esterno del paese caratterizzerà la prima parte della processione che si concluderà con la sosta del fercolo all’interno dell’Abbazia di San Benedetto, da dove alle ore 20:00 riprenderà la processione che seguirà stavolta un giro interno:  percorse le vie principali del paese, giunto al corso Roma, il Santo verrà omaggiato con un suggestivo spettacolo pirotecnico. Infine, “A cursa”- ossia la salita in corsa per percorrere la faticosa Via Umberto – caratterizzerà l’ultima parte della processione prima del rientro del Santo nella sua chiesa.

Il Segretario Fascetto si mostra fiducioso sulla buona riuscita della festa: «Quando il Santo uscirà trionfalmente dal portone della chiesa ci aspettiamo la commozione che sempre caratterizza il popolo ceramese in quest’istante, forse ancora più accresciuta quest’anno, dopo due anni di pandemia.»

In occasione della Festa, sono inoltre previsti momenti culturali e serate di spettacolo musicale in Piazza Marconi, come il concerto dell’Orchestra “Luna Rossa – Tributo a Renzo Arbore” la sera del 30 Luglio e il concerto di Federica Carta la sera del 31 Luglio.
Per maggiori informazioni visitare la Pagina Facebook: Sant’Antonio-Cerami.

Concita Carmeni

Condividi su:

Seguici su