Catania: i cuochi di Ristoworld Italy al lavoro per i senza tetto accolti nel Pala Spedini

Sono una quarantina, ma altri potrebbero aggiungersi nelle prossime ore, i senza tetto e i senza fissa dimora ospiti nel Pala Spedini, aperto in concomitanza all’emergenza maltempo dal sindaco Salvo Pogliese e dall’assessore ai servizi sociali Giuseppe Lombardo, a garanzia della loro incolumità per via delle pesanti condizioni meteo attese nelle prossime ore. L’associazione dei cuochi Ristoworld Italy da ieri prepara i pasti per i senza tetto e senza fissa dimora, grazie alla disponibilità del Presidente Marcello Proietto di Silvestro e del responsabile Nucleo Emergency Chef Andrea Finocchiaro. “Ringraziamo sentitamente i cuochi etnei

– hanno detto il sindaco Pogliese e l’assessore Lombardo, visitando la struttura operativa da due giorni – per questa scelta di cucinare al Palaspedini per queste persone disagiate, un gesto di solidarietà importante che è anche un segnale di attenzione per tutelare donne e uomini dai rischi di dell’alluvione che senza le opportune precauzioni potrebbe avere conseguenze nefaste. Anche questo luogo di ricovero è un simbolo dell’emergenza che siamo costretti a vivere e dell’azione di protezione dei cittadini che insieme alle altre istituzioni, pubbliche e associative, stiamo realizzando”. Ieri a servire ai tavoli anche alcuni ex giocatori del Catania calcio e del Palermo, interpretando la solidarietà senza campanilismi delle due grandi città siciliane, in questo momento di grave emergenza in cui tutti sono uniti a sostegno dei cittadini etnei. I senza tetto accolti sono quelle segnalati e trasportate nella strutture comunale gestita ordinariamente dall’assessorato allo Sport guidato da Sergio Parisi, dagli operatori della Cooperativa Mosaico dell’unità di strada di Catania, in collaborazione con la Croce Rossa e l’assessorato alla Protezione Civile comunale retto da Alessandro Porto.

Condividi su:

Seguici su