Beni culturali. Venezia: la Regione intervenga per salvare il fondaco Cuba

“Il Fondaco Cuba è un complesso monumentale risalente agli inizi Settecento e costruito su di una preesistenza arabo-normanna, a metà strada tra Catania ed Enna, che attualmente versa in un completo stato di abbandono. Dichiarato nel 1985 dalla Soprintendenza ai beni culturali ed ambientali di Enna edificio di interesse culturale per il suo valore storico e monumentale, è ormai vittima dell’oblio e dell’incuria”. Lo dice Fabio Venezia parlamentare regionale del Partito Democratico.

“L’antica stazione di posta che ha ospitato anche il re di Sicilia Vittorio Amedeo II di Savoia con la regina Anna Maria d’Orlenad e la sua corte ed il grande poeta tedesco Goethe durante il suo ‘Viaggio in Italia’, merita di essere restaurato e consegnato alla fruizione pubblica. Attualmente il manufatto versa in uno stato di completo abbandono e lo scorso anno è stato colpito da un incendio che ha provocato danni alle strutture murarie e ha determinato il crollo di parte della scuderia.
Un immediato intervento di salvaguardia e restituzione dell’importante bene che, peraltro, rimane uno dei pochi esempi superstiti di fondaco siciliano è improrogabile. È urgente – conclude il parlamentare regionale – intervenire con per fermare il progressivo deterioramento per recuperare il complesso monumentale al fine conservalo, valorizzarlo e restituirlo alla fruizione pubblica prima che il bene possa essere irrimediabilmente perduto”.

Condividi su:

You cannot copy content of this page

blank

Seguici su

blank