Australian Open, Sinner piega Khachanov e vola ai quarti

ROMA (ITALPRESS) – Continua a vele spiegate l’avventura di Jannik Sinner agli Australian Open. Il tennista altoatesino, 22enne, numero 4 del mondo e del seeding, ha battuto nettamente il russo Karen Khachanov, 15 del ranking Atp, ed è approdato ai quarti di finale del singolare maschile degli Australian Open, prima prova stagionale del Grande Slam, in scena sul cemento del Melbourne Park. L’azzurro è l’unico “big” fra gli otto superstiti del torneo a non aver ancora perso un set. Da oggi è il quarto italiano di sempre a raggiungere i quarti in un Major senza cedere nemmeno un parziale: prima di lui ci erano riusciti soltanto Gianni Cucelli, Beppe Merlo e Corrado Barazzutti. Particolarmente brillante il giocatore di San Candido nell’ultima uscita. Sinner anche contro il “malcapitato” Khachanov ha imposto il suo gioco violento e aggressivo, imponendosi col punteggio di 6-4 7-5 6-3 in poco più di due ore e mezza di gioco.
Al prossimo turno, martedì, l’azzurro sfiderà, per la settima volta in carriera, Andrey Rublev, numero 5 della classifica internazionale e quinta forza del tabellone. Il russo, negli ottavi di finale, ha vinto al quinto set contro l’australiano Alex De Minaur: 6-4 6-7 (5) 6-7 (4) 6-3 6-0 i parziali del match. Favorito della vigilia, anzi dell’antivigilia è Sinner: nei precedenti scontri l’italiano si è imposto 4 volte, Rublev invece ha avuto la meglio in 2 occasioni.
Con loro sono approdati ai quarti anche Novak Djokovic, che ha lasciato solo tre giochi a Mannarino, e Taylor Fritz, vincitore in quattro frazioni su Stefanos Tsitsipas, lo scorso anno finalista a Melbourne. Proprio il serbo, campione in carica, e lo statunitense si affronteranno nell’altro quarto di finale della parta alta del tabellone maschile. Domani in campo i protagonisti della parte bassa del draw australiano, ovvero Alcaraz, opposto a Kecmanovic, e Medvedev, che sfida Borges: entrambi vanno a caccia del pass per i quarti.
Sempre domani proverà ad accedere ai quarti di finale femminili l’azzurra Jasmine Paolini. In caso di successo della 28enne toscana per la prima volta nella storia del Major di Melbourne ci sarebbero un italiano e un’italiana insieme fra i primi otto dei due tabelloni di singolare. Una cosa successa, a livello di prove del Grande Slam, solo al Roland Garros: si è verificata in passato 7 volte e sempre nel torneo di Parigi. Per la Paolini, numero 31 del mondo e 26 del seeding, impegno non proibitivo, contro la russa Anna Kalinskaya, numero 75 del ranking Wta. L’azzurra è nella zona del tabellone femminile sguarnita da “favorite”, dove al momento la più quotata è la cinese Zheng, numero 12 del mondo. Lecito, quindi, sognare in grande. Dall’altra parte del draw, infine, sono approdate ai quarti di finale la campionessa in carica, Aryna Sabalenka, e la vincitrice degli ultimi Us Open, Coco Gauff, possibili rivali in semifinale.
– foto Ipa Agency –
(ITALPRESS).

Condividi su:

You cannot copy content of this page

blank

Seguici su