Alfa Romeo presenta la nuova Milano, sportiva e compatta

MILANO (ITALPRESS) – Una vettura che racchiude in sè lo spirito del marchio Alfa Romeo, in equilibrio tra innovazione e tradizione. E’ questa la nuova Milano, presentata oggi alla stampa internazionale proprio nel capoluogo lombardo. Un nuovo linguaggio e un legame profondo con la città meneghina per mostrare un’auto “sportiva nell’anima, compatta nelle dimensioni e stile italiano al primo sguardo”.
Per soddisfare le richieste dei clienti, Milano è offerta in 4 motorizzazioni: Ibrida da 136 CV, Ibrida Q4 da 136 CV, Elettrica da 156 CV e Elettrica veloce da 240CV.
Accanto la vasta scelta di motorizzazioni, la nuova auto può vantare dimensioni assai compatte: è lunga 4,17 metri; larga 1, 78 metri e alta 1,5 m. A queste si aggiunge il bagagliaio più grande della categoria (BEV) da 400 litri, accessibile con tecnologia “hands free”.
Milano è disponibile nelle configurazioni “Ibrida” ed “Elettrica”, in 2 varianti di potenza con 156CV e autonomia fino a 410 km, e la più sportiva Veloce con 240CV.
Sono possibili due soluzioni di motricità per la versione ibrida: trazione anteriore oppure trazione integrale Q4. Milano Ibrida adotta un’architettura 48v Hybrid VGT (Variable Geometry Turbo) da 136 CV, un’unità termica con il motopropulsore 3 cilindri da 1,2 litri a ciclo Miller con turbo a geometria variabile e catena di distribuzione per la massima affidabilità. La componente elettrica è composta da una batteria agli ioni di litio da 48 volt e un motore elettrico da 21 kW integrato nel cambio a doppia frizione e 6 rapporti che opera insieme all’inverter e la centralina della trasmissione per garantire la massima efficienza.
In questa versione diventa inoltre possibile procedere in modalità elettrica per oltre il 50% in città, garantendo guida in elettrico non solo nelle manovre di parcheggio o a basse velocità cittadine ma anche su percorsi extraurbani.
Per la versione elettrica di Milano, è stato scelto un sistema di propulsione che unisce un motore elettrico (Hybrid Synchronous Motor) e una batteria di ultima generazione. Grazie alle elevate potenza e coppia e a una specifica taratura del gruppo propulsore elettrico, la nuova compatta sportiva offre un piacere di guida senza compromessi con dinamica ai vertici del segmento. Disponibile in due versioni di potenza, 156CV o 240 CV, la nuova vettura assicura prestazioni d’eccellenza e una guida coinvolgente e sportiva
In particolare, nella versione da 156CV, il pacco batterie agli ioni di litio assicura 410 Km di autonomia nel ciclo WLTP, che diventano oltre 590 Km nel ciclo urbano.
Per quanto riguarda la ricarica, nelle stazioni di ricarica rapida da 100 kW in corrente continua sono sufficienti meno di 30 minuti per caricare le batterie dal 10 all’80%.
Un ulteriore tratto distintivo della nuova Milano è la connettività grazie ad “Alfa Connect Services”. Tra i sistemi presenti “My Navigation”, che comprende le applicazioni per la ricerca della destinazione e dei punti di interesse a distanza e gli avvisi in tempo reale sulle condizioni traffico, meteo e autovelox; attraverso l’applicazione smartphone My Alfa Connect, il cliente può inoltre interagire con la vettura attraverso “My Remote” che comprende diversi servizi, tra cui la possibilità di controllare a distanza via smartphone/smartwatch alcune funzionalità della propria vettura.
Altra novità di rilievo, è l’integrazione dell’assistente virtuale Hey Alfa, la Chat GPT (A.I) che attraverso il riconoscimento vocale porta a bordo un “copilota” di viaggio utile e discreto in grado di informare, consigliare e soddisfare ogni richiesta del guidatore.
Per il CEO di Alfa Romeo Jean Philippe Imparato “non ci sono obiettivi precisi, ma c’è il potenziale per venderne 50, 60, 70mila. Verrà prodotta a Tychy in Polonia. Sto seguendo la piattaforma. Dopo seguiremo i pianali che avremo su Stelvio e Giulia, voglio che tornino a Cassino e Pomigliano nel 2025 e 2026”. “Non abbiamo un piano molto stretto sui volumi e vedremo quale sarà la risposta del mercato” ha continuato Imparato ipotizzando che “nel Nord Europa venderemo auto più elettriche, mentre nel Sud auto più ibride”.

– foto xh7/Italpress –
(ITALPRESS).

Condividi su:

You cannot copy content of this page

blank

Seguici su