Acca Larentia, Piantedosi “Tradito lo spirito della commemorazione”

ROMA (ITALPRESS) – “Lo spirito della commemorazione di tragedie così gravi come quella di Acca Larentia, che ha causato il vile assassinio di giovani vite e che rimane tuttora senza giustizia, è stato tradito dalla riproposizione di gesti e simboli che rappresentano un’epoca condannata dalla storia”. Lo ha detto il ministro dell’Interno, Matteo Piantedosi, nel corso del Question Time alla Camera, rispondendo a una interrogazione della segretaria del Pd Elly Schlein sui saluti romani alla commemorazione della strage di Acca Larentia. “Ho registrato una trasversale distanza di tutte le forze politiche da quei comportamenti che le immagini dei media hanno divulgato”, ha aggiunto.
“Le forze di polizia hanno adottato lo stesso modulo operativo seguito nelle analoghe manifestazioni effettuate negli anni scorsi frutto di esperienze professionali e di competenze tecniche consolidate e che non mutano di fronte a qualsivoglia manifestazione. Penso alle iniziative anti-israeliane svolte a seguito della crisi in Medio Oriente – ha detto il ministro -. La commemorazione di Acca Larentia a cui hanno aderito circa 1000 persone nel passato con le stesse modalità ha registrato numeri maggiori con un picco di 3000 presenze nel 2018. La questura di Roma cui va il mio plauso ha assicurato lo svolgimento della manifestazione senza che si verificassero incidenti privilegiando le attività di osservazione più proficue per l’acquisizione di elementi utili da sottoporre all’autorità giudiziaria ai fini dell’accertamento dell’eventuale commissione di reati. La stessa ha trasmesso alla competente autorità giudiziaria una prima informativa di reato contestando il delitto di apologia del fascismo a carico di cinque esponenti di Casapound, individuati fra i partecipanti, cui seguiranno ulteriori comunicazioni all’esito del riconoscimento e dell’identificazione degli ulteriori convenuti alla manifestazione”.
“Quanto alle iniziative da porre in essere per lo scioglimento di organizzazioni di carattere eversivo, ricordo che la particolare complessità dei presupposti previsti dalla normativa vigente è confermata dalla limitata casistica applicativa sinora registrata e dalla circostanza che altri Governi, anche sostenuti dalla parte politica degli onorevoli interroganti, non hanno mai adottato iniziative in tal senso”, ha sottolineato Piantedosi.

– Foto: Agenzia Fotogramma –

(ITALPRESS).

Condividi su:

You cannot copy content of this page

blank

Seguici su