A Firenze e Fiesole il 28° Premio Fair Play Menarini

ROMA (ITALPRESS) – Un appuntamento imprescindibile per sottolineare ancora una volta come il fair play sia la base per vivere uno sport sano e valoriale. Si è tenuta presso la Sala d’Onore del Coni a Roma la conferenza di presentazione della ventottesima edizione del Premio Internazionale Fair Play Menarini, manifestazione che ogni anno promuove i valori di etica, lealtà e rispetto, e che avrà luogo il 3 e 4 luglio a Firenze e Fiesole. Durante l’evento sono stati anche annunciati i nomi dei premiati che riceveranno il riconoscimento sul palco del Teatro Romano di Fiesole; si tratta di Cesare Prandelli, vice campione d’Europa con la Nazionale 2012; Alessandro Costacurta, vice campione del mondo con l’Italia di Sacchi nel ‘9; Ciro Ferrara, terzo ai Mondiali del ’90 e vice campione d’Europa nel 2000; l’ex campione del mondo del ‘Mundial ’82’ Giuseppe Dossena; Fabio Cannavaro, campione del mondo nel 2006; Marco Belinelli, primo e unico italiano a conquistare il titolo Nba; Gian Paolo Montali, ex commissario tecnico della Nazionale maschile di volley due volte campione d’Europa; Francesca Lollobrigida, oro europeo nel pattinaggio di velocità; Ambra Sabatini, campionessa paralimpica e record del mondo dei 100 metri; Roberto Rigali, vice campione del mondo nella staffetta 4×100; Cesare Fiorio, leggenda del rally; Clemente Russo, idolo della boxe. Presentando il premio, la vice-presidente del Coni, Silvia Salis, ha ricordato che “il fair play è un concetto fondamentale alla base dello sport. Noi ci occupiamo di sport di alto livello, dove comandano i risultati, ma abbiamo una missione morale molto importante, perchè i risultati sportivi sono fatti da persone che ispirano gli italiani e la Nazione. Non sempre lo sport dà il messaggio corretto, lo dà nella maggioranza dei casi, ma la prestazione non deve mai giustificare atteggiamenti di scarso livello morale. Dobbiamo, quindi, farci portatori di questo valore positivo”. E’ intervenuto con un videomessaggio anche il presidente del Coni, Giovanni Malagò, che ha parlato di “evento legato a due parole meravigliose, ‘fair’ e ‘play’, l’essenza, la base e le fondamenta del nostro mondo dello sport. Sono sinceramente grato alla Fondazione Fair Play Menarini per la sua dedizione e il suo impegno”. “Tutti nasciamo con i valori del fair play ben radicati e la vita ci porta a volte a rinunciarci, quando vediamo che il più furbo e più scaltro riesce a vincere e sovrastarci e pensiamo così di adeguarci: questo, però, è uno standard sbagliato”, ha concluso Ennio Troiano, membro del Board della Fondazione Fair Play Menarini.
– Foto Italpress/Spf –
(ITALPRESS).

Condividi su:

You cannot copy content of this page

blank

Seguici su