28 Settembre 2022

160° anniversario dell’Unità d’Italia: le scuole troinesi festeggiano la ricorrenza

Oggi, mercoledì 17 marzo, ricorre il 160° anniversario della nascita dello Stato Italiano. Gli studenti delle scuole primarie e quelle dell’Istituto comprensivo “Don Bosco” di Troina hanno celebrato tale ricorrenza con striscioni, iniziative commemorative e con la filodiffusione dell’inno di Mameli.
L’assessore Silvana Romano, insieme alle scuole, grazie ad una collaborazione con il baby sindaco, Robert Placinta, ha ritenuto questa ricorrenza un momento importante per i giovani studenti troinesi, i quali – attraverso questo momento di crescita e formazione – possono riscoprire l’importanza di esercitare una cittadinanza attiva, riscoprendo così un sentimento corale di unità e solidarietà.
“La giornata dell’Unità d’Italia – spiega l’assessore Romano – , ha lo scopo di ricordare i valori della cittadinanza e di riaffermare l’identità nazionale attraverso la memoria e ripercorrendo gli eventi storici che hanno segnato un traguardo di libertà per la nostra Italia. La scuola, più di ogni altra istituzione, è infatti a nostro avviso il principale luogo deputato alla conoscenza ed al rafforzamento di principi comuni che portino alla formazione dell’unità nazionale”.

Gli studenti delle classi quinte della Direzione Didattica “Borgo” di Troina e quelli dell’Istituto comprensivo “Don Bosco” hanno aderito all’iniziativa esponendo degli striscioni commemorativi nell’ambito del progetto del “Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze”, il quale ha l’obiettivo di garantire ai ragazzi che frequentano la scuola primaria e secondaria di primo grado l’opportunità di un apprendimento attivo e concreto della democrazia e del suo sistema.
Hanno presieduto alla manifestazione – tenutasi simbolicamente presso la scuola primaria “Mulino a vento” – oltre al già citato baby sindaco, il baby presidente del consiglio comunale Lucia Bottitta, il dirigente Maria Angela Santangelo e il vice sindaco Alfio Giachino.
”In un momento drammatico come quello che stiamo attraversando a causa della pandemia – ha spiegato il vice sindaco Alfio Giachino ai ragazzi – , celebrare un anniversario come questo e riscoprire i valori dell’unità e della democrazia, assume un significato ancora più forte e più profondo. Tutte le istituzioni, a qualunque titolo, sono chiamate a fare il proprio dovere e, esattamente questo, è il vero spirito dell’Unità d’Italia. Abbiamo dimostrato di essere un grande Paese, unito, e voi dovete crescere con l’orgoglio di essere italiani”.

CONCITA CARMENI